11 Ott

Gente normale, violenza insospettabile

Facce di gente normale gli agitatori delle piazze di queste ore. Il ristoratore, il pensionato, il dipendente pubblico, la mamma che lavora, l’ex compagno di scuola. Persone insospettabili ma ancora più pericolose e difficili da contenere perché imprevedibili e pronte a tutto pur di esprimere il proprio dissenso senza confronto, solo tanta rabbia. Sabato scorso a piazza del Popolo erano in 10mila. Tantissimi, troppi per le forze dell’ordine che non s’aspettavano una tale marea informe e rancorosa, che ha consentito a Forza Nuova a Giuliano Castellino e a ex terroristi di insinuarsi.

E’ un movimento che movimento non è, quello che sta crescendo intorno agli obblighi del 15 ottobre prossimo, pezzi di società civile che non si sente rappresentata, pezzi impazziti di gente comune che non si può tracciare, che non ha un partito di riferimento.
Si esclude un disegno eversivo, ma sono 8milioni, i non vaccinati nel nostro Paese, una massa agitata e scontenta che continua a muoversi senza regole, in maniera disordinata e aggressiva senza obiettivi identificabili, il terreno giusto per chi deve agitare e distruggere solo per portare scompiglio e violenza.

E non c’è spazio per il dialogo, il vicino di casa minaccia il giornalista, segue l’infettivologo, malmena l’infermiera, distrugge tutto all’Umberto I di Roma. Biagio Passaro è il ristoratore che guida il movimento Io Apro ed è tra gli arrestati dopo le violenze distruttive nella capitale. Medici e infermieri hanno avuto paura, hanno paura, il ristoratore ha ripreso e diffuso l’assalto alla Cgil, Si sfonda la Cgil, ha detto come niente fosse mentre si riprendeva da solo. Un movimento che ha un chat su Telegram e che conta oltre 100mila seguaci che oggi difendono Biagio, spiace sia finito in mezzo a questa cosa, per Carriera imprenditore di Pesaro anch’egli accusato dal sindaco Matteo Ricci, di intimidazione da squadristi, a proposito di una sua personalissima protesta sotto casa del primo cittadino.

Dopo la Cgil, sarebbe stata comunque la volta di Palazzo Chigi. Un’eversione senza disegno?

Maurizio Landini

Chiaro che l’estrema destra s’insinui, vada in piazza senza problemi e si mescoli a cittadini arrabbiati che non hanno voglia di capire anche perché non c’è nessuno che abbia voglia di spiegare, di far comprendere, di fare politica come si faceva una volta. E’ notizia di oggi che il sito di Forza Nuova è stato oscurato, si voterà lo scioglimento del movimento/i di ispirazione squadrista ma anche delle formazioni politiche di ispirazione fascista, ha sottolineato oggi Maurizio Landini al presidente Draghi, in Cgil a Roma, per portare la propria solidarietà al sindacato dei lavoratori. Che pure ha tutto un mondo vicino che reagisce, ma dovrà riuscire a capire, superata l’intimidazione che non avrebbe nulla di destabilizzante alle spalle, come trovare un antidoto.

Questa gente è rabbiosa, violenta e sfinita, si organizza in chat che cambiano di continuo, chi dice di scendere in piazza con i mitra, chi di tagliare la gola ai dittatori della sanità e aggredire chi licenzia ordinanze e provvedimenti Sì green pass. Ed è gente normale. Ci sarebbe anche una radio pirata e il segnale raggiunge la Francia e non solo, chi segue resta anonimo ed è impossibile capire chi viene raggiunto, se deciderà di seguire qualche altra piazza e come.