01 Mag

Dai nostri grani, la terza linea di gin

Una nuova linea, la terza, per il gin artigianale aquilano 67/CENTO, nato lo scorso anno dall’intuizione di due giovani imprenditori con un innovativo progetto di collaborazione con il Parco nazionale della Majella, che ha fornito una gamma di essenze di montagna poi ripiantate in un orto botanico alle porte del capoluogo d’Abruzzo. Si tratta del Rural Dry Gin, che andrà ad affiancare il Botanical Gin e il Foraged Gin, già sul mercato dall’estate scorsa e che hanno riscosso il favore di pubblico e bartender.

È un vero London dry gin, per l’esattezza il primo London dry gin interamente abruzzese, spiegano Riccardo Marino e Tommaso Ciuffetelli Totani, fondatori del marchio che ha la propria distilleria a Ocre, L’Aquila. Abbiamo sfruttato questi lunghi mesi di stop per mettere a punto una ricetta innovativa, che potesse abbracciare il mondo della miscelazione a 360 gradi, andando al tempo stesso a soddisfare i palati degli amanti dei gin dry.

Si tratta di un London dry molto diretto e pulito, nel quale abbiamo portato per la prima volta in infusione e successiva distillazione una selezione di antichi grani autoctoni dell’Abruzzo interno, tra i quali il grano di Solina, il grano di Rosciola e il farro varietà Alvese Rosso. Stiamo parlando di specie coltivate solamente nella conca dell’Aquilano e in poche altre zone limitrofe alle pendici del Gran Sasso, spiegano i due.

Ad esse, aggiungono Marino e Ciuffetelli Totani, abbiamo accostato velate note floreali di alta montagna che stupiscono sul finale. Un prodotto che sta raccogliendo tantissima approvazione tra gli addetti ai lavori e che ci rende molto orgogliosi del nostro lavoro.

Con l’ingresso di questa linea il portafoglio prodotti della 67/CENTO va a completarsi, con il Botanical Gin orientato su un gusto erbaceo-balsamico, il Rural Dry Gin, su un gusto secco e il Foraged Gin, su un gusto floreale-erbaceo.

Oggi, sabato primo maggio, il Rural Dry Gin debutta a partire dalla mattina con il Rivera Festival, manifestazione musicale organizzata dal collettivo Pinacoteca che si svolge in streaming dalla fontana delle 99 Cannelle, fino al pomeriggio sera, quando sarà disponibile in molti locali del centro e della periferia, dove sarà possibile degustarlo nel pieno rispetto delle norme anti Covid.

Sempre a partire dal primo maggio, è disponibile sul sito www.67cento.com per chiunque volesse acquistarlo.