12 Ott

Usrc, pratiche e contributi solo on line

A partire da oggi, 12 ottobre 2020, è attiva la procedura di acquisizione telematica della documentazione inerente le richieste di contributo per l’esecuzione degli interventi di ricostruzione privata, nonché i relativi documenti integrativi.

I soggetti richiedenti per interventi ubicati nei Comuni diversi da L’Aquila, potranno far pervenire nuove istanze di contributo, ovvero documentazione integrativa, tramite l’utilizzo dell’applicativo denominato “Contratti 2.0”, similmente a quanto già avviene per l’invio dei contratti e dei S.A.L (http://webgis.usrc.it/contratti)

In considerazione della rilevanza che l’acquisizione della documentazione in maniera telematica riveste ai fini della dematerializzazione e delle misure di contenimento contro la diffusione del Covid-19, la procedura sostituirà ogni altra modalità di trasmissione.

Per quanto sopra le istanze di contributo e i relativi documenti integrativi che dovessero essere trasmessi con modalità diverse dalla acquisizione tramite la suddetta procedura non saranno presi in carico dall’Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere ai fini delle valutazioni istruttorie di competenza.

 

Comuni del cratere, Sal più veloci

L’Usrc, Ufficio speciale per la ricostruzione del cratere, informa che è stato pubblicato un provvedimento che introduce una procedura semplificata per l’istruttoria dei Sal.
La nuova procedura, analogamente a quanto avviene per il Comune dell’Aquila, delega le verifiche dei Sal intermedi ai Comuni, lasciando all’Usrc le verifiche puntuali previa estrazione del 30% dei Sal finali.

Dal 16 maggio scorso tutti i Sal relativi ai cantieri del cratere andranno consegnati ai Comuni.

Tale procedura consentirà di riportare la necessaria attenzione alle richieste di contributo e ai progetti, garantendo così un riavvio sostenuto di nuovi cantieri.

A poco più di quattro mesi dall’avvenuta nomina dell’ing. Raffaello Fico quale titolare dell’Ufficio speciale, l’Usrc fornisce l’andamento dei dati sullo stato di avanzamento della ricostruzione nell’ambito dei Comuni del Cratere e fuori Cratere, recita la nota.
Sono 298, le determine che da metà gennaio 2019 hanno permesso di assegnare ai Comuni fondi per oltre 47 milioni di euro e trasferire risorse per un importo di circa 115,5 milioni di euro.


Ricostruzione privata cratere

Per la ricostruzione privata nei Comuni del cratere sono state istruite positivamente 47 pratiche per un importo pari a circa 40 milioni di euro.
Nell’ambito dei dati sopra riportati gli sportelli SP3, SP4 e SP7 hanno svolto attività di supporto agli sportelli SP6 e SP8 ammettendo a contributo rispettivamente 2 pratiche per 2,9 milioni di euro (SP3), 1 pratica per 1,7 milioni di euro (SP4) e 5 pratiche per 6,8 milioni di euro (SP7).
Per quanto riguarda gli Stati di avanzamento lavori, che misurano lo stato di progressione dei cantieri, sono stati registrati 322 pagamenti per un importo di circa 58,8 milioni di euro.
Sono stati assegnati fondi a 25 Comuni per un totale di circa 64,5 milioni di euro relativi a nuovi cantieri, e sono stati trasferiti fondi a 27 Comuni richiedenti per un totale di circa 79,2 milioni di euro. Dal 2015 sono stati assegnati ai Comuni del cratere 761 milioni di euro di cui sono stati trasferiti 548 milioni di euro.
Attualmente risultano 689 cantieri aperti.
Sono tornate agibili 5.593 abitazioni su un totale stimato di oltre 23.000 abitazioni danneggiate.


Ricostruzione privata fuori cratere

Per la ricostruzione privata nei Comuni fuori cratere sono stati assegnati fondi a 9 Comuni per un totale di oltre 6,6 milioni di euro di nuovi cantieri, e sono stati trasferiti fondi a 30 Comuni richiedenti per un totale di circa 16,7 milioni di euro.
Dal 2013 ad oggi l’Ufficio ha assegnato per competenza quasi 266 milioni di euro e trasferito ai Comuni fuori cratere oltre 197 milioni di euro.
Per quanto riguarda gli Stati di Avanzamento Lavori, che misurano lo stato di progressione dei cantieri, sono stati registrati 26 pagamenti per un importo di circa 3,5 milioni di euro.
E’ stata ripristinata l’agibilità di 1.791 abitazioni su un totale di circa 3.610 abitazioni inagibili e sono attualmente aperti 582 cantieri.


Ricostruzione pubblica

Per quanto riguarda la ricostruzione pubblica sono stati assegnati con la nuova gestione fondi a 7 comuni, per un totale di circa 4,2 milioni di euro, e trasferiti fondi a 28 Comuni per un totale di circa 3,2 milioni di euro. Complessivamente sono stati approvati 162 interventi per circa 59,8 milioni di euro e sono stati trasferiti oltre 35,3 milioni di euro.


Edilizia scolastica

Per l’edilizia scolastica sono stati assegnati fondi a 3 enti per un totale di circa 3,8 milioni di euro di nuovi cantieri, e sono stati erogati fondi a 12 enti per un ammontare di circa 2,6 milioni di euro. Il numero di interventi approvati è salito a 97 per un importo complessivo pari a circa 96 milioni di euro.


Contributo autonoma sistemazione

Si è provveduto al pagamento degli oneri relativi al contributo di autonoma sistemazione, relativi ad annualità pregresse, a favore dei rispettivi Comuni beneficiari per un importo complessivo di oltre 1 milione di euro di cui circa 0,57 per i Comuni del cratere e circa 0,43 per i comuni fuori cratere. Ad oggi non sono previsti ulteriori stanziamenti per l’anno 2019. 21 maggio 2019.