02 Ott

Anello L’Aquila ovest, partono i lavori

Inizieranno lunedì 5 ottobre i lavori per il miglioramento della viabilità nell’area del casello autostradale dell’Aquila ovest. Lo rende noto il sindaco Pierluigi Biondi e l’assessore alle Opere pubbliche, Vittorio Fabrizi.

Gli interventi, che porteranno alla realizzazione di un anello, interesseranno nei primissimi giorni l’assetto interno della viabilità di accesso al casello dell’Aquila ovest. Questo, spiegano in una nota stampa, non comporterà interruzione del traffico, ma gli automobilisti che entreranno o usciranno dall’A24 utilizzando il casello dell’Aquila ovest dovranno prestare la massima attenzione al cantiere.

Pierluigi Biondi

Il settore Opere pubbliche ha stimato che nella seconda parte della prossima settimana i lavori coinvolgeranno invece i tratti di strada che innestano sulla statale 17. Pertanto, precisano Biondi e Fabrizi, presumibilmente da giovedì 8 ottobre, e comunque sarà dato tempestivo avviso all’utenza, l’accesso e l’uscita dall’autostrada potranno avvenire esclusivamente sulla statale 80, per circa tre settimane. Successivamente, il cantiere si sposterà sul versante della statale 80 e pertanto, sempre per tre settimane circa, saranno interdetti accesso e uscita dalla stessa statale 80 e l’autostrada sarà fruibile solo dalla statale 17.

Vittorio Fabrizi

Per la realizzazione del progetto relativo all’anello dell’Aquila ovest, che fa parte del terzo lotto di lavori finalizzati a rendere più funzionale la viabilità all’ingresso ovest del capoluogo d’Abruzzo, il Comune ha stanziato 1 milione e 200mila euro.

Ci scusiamo fin d’ora per il disagio che verrà arrecato in questo periodo di lavori in una parte della città particolarmente interessata dal traffico veicolare, concludono il sindaco Biondi e l’assessore Fabrizi, ma si tratta di un progetto assolutamente strategico per eliminare congestioni e pericoli in un’area dove era indispensabile rendere la viabilità più sicura e agile. Inoltre, questi lavori rappresentano il completamento del nodo viario di viale Corrado IV.


L’Aquila ovest, anello tra le statali 80 e 17

Una bretella di collegamento tra la statale 80 e la statale 17, un parcheggio a servizio dei pendolari e delle vicine fermate degli autobus extraurbani, l’ampliamento della rotatoria prossima alla caserma Campomizzi e interventi di riqualificazione complessiva.

Inizieranno a breve, per terminare nell’arco di sei mesi e concludersi  entro il 2020, i lavori di completamento della viabilità all’altezza del casello autostradale L’Aquila Ovest.

Carla Mannetti

Cambierà completamente il sistema del traffico locale, hanno spiegato nel corso di una conferenza stampa il sindaco Biondi con l’assessore Mannetti, con senso unico sulla statale 80 verso il casello e la caserma Campomizzi.

Viceversa, la strada statale 17 sarà percorribile solo verso il centro cittadino a salire, dall’uscita del casello fino alla rotatoria prossima alla caserma Pasquali. 

Una bretella collegherà le statali all’altezza del casello.

Saranno inoltre realizzati un parcheggio a servizio dei pendolari, sulla statale 17, ed uno per la sosta degli autobus sulla statale 80, e sistemate, in un’ottica di maggiore fruibilità e sicurezza, le fermate degli autobus extraurbani poste sulle due arterie.

Previsto anche l’ampliamento della rotatoria, grazie ad un accordo raggiunto con il demanio sarà, infatti, possibile eliminare le criticità che determinano attualmente un congestionamento del traffico, soprattutto negli orari di punta, con gravi disagi per gli automobilisti e ripercussioni su tutto il sistema della mobilità limitrofa.

La società Barattelli ha concesso, in comodato gratuito, l’area prospiciente la fermata Tua posta sulla statale 17, sulla quale la stessa società realizzerà un parcheggio da 70 posti auto, fruibile liberamente durante tutto il giorno e chiuso solo nelle ore notturne.

L’importo degli interventi relativi alla viabilità ammonta a circa 1 milione di euro, mentre per la sistemazione dell’area sosta prossima alla Campomizzi, sulla statale 80, il costo delle opere è di 150mila euro. Gli interventi saranno eseguiti soprattutto durante il periodo estivo, coincidente con la chiusura delle scuole, in modo da limitare i disagi. 5 febbraio 2020.