06 Apr

Materna a San Gregorio ancora chiusa

Il comando di Polizia municipale dell’Aquila rende noto che, in occasione del ripristino delle lezioni in presenza per la gran parte degli studenti, da domani, mercoledì 7 aprile e fino a venerdì 30 aprile, saranno chiuse al transito delle auto alcune strade nella zona del polo scolastico di Acquasanta.

In particolare, dalle 7.30 alle 9 e dalle 12.30 alle 14 saranno interdette alla circolazione via Acquasanta, nel tratto compreso tra la rotatoria posta alla confluenza con via Mezzanotte e l’intersezione con via Panella, e via Fritzsche (la strada vicina che collega le rotatorie di via Collesapone e via Acquasanta). La polizia municipale invita gli accompagnatori degli studenti a utilizzare il parcheggio pubblico che si trova in via Mezzanotte, alle spalle dell’Istituto tecnico industriale.

Sono esclusi dal divieto di circolazione i mezzi pubblici, i residenti nelle strade interessate, i veicoli a servizio delle persone diversamente abili muniti del contrassegno previsto dal codice della strada e il personale docente e amministrativo in servizio nelle scuole che si trovano sulle vie oggetto della chiusura parziale, ai fini del raggiungimento dei parcheggi interni agli istituti.

L’ordinanza è pubblicata sul sito internet del Comune, a questo indirizzo https://trasparenza.comune.laquila.it/archivio28_provvedimenti-amministrativi_0_474594_726_1.html .

Intanto su indicazione del Dipartimento della Asl, e all’esito dell’andamento epidemiologico rilevato dal personale sanitario, il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, ha firmato un’ordinanza con cui viene prorogata di una settimana, ovvero sino al prossimo 13 aprile, la chiusura al pubblico della Residenza Maria Ferrari delle Suore Zelatrici del Sacro Cuore di San Gregorio. Il provvedimento si è reso necessario alla luce dei casi positivi al Covid-19 registrati sia tra le suore sia tra gli ospiti minorenni e maggiorenni della struttura, si legge nella comunicazione formulata dell’azienda sanitaria al Comune dell’Aquila.


Covid-19, chiusa materna San Gregorio

Verificato l’andamento epidemiologico nella città dell’Aquila, tenuto conto di un potenziale focolaio e su richiesta del Dipartimento di prevenzione della Asl il sindaco, Pierluigi Biondi, ha firmato un’ordinanza con cui si dispone la chiusura sino al prossimo 6 aprile della scuola dell’infanzia situata all’interno dell’Istituto Suore Zelatrici Sacro Cuore Ferrari di San Gregorio.

Contestualmente, il Dipartimento di prevenzione della Asl ha annunciato che le operatrici e gli ospiti dell’annesso istituto per minori saranno posti in regime di quarantena.

È quanto emerso dalla riunione dell’unità di crisi comunale che si è riunita questo pomeriggio d’urgenza a seguito della comunicazione dei dati dei nuovi positivi che riguardano il capoluogo, 36 casi, all’incontro hanno preso parte lo stesso sindaco, l’assessore alla Protezione civile Fabrizio Taranta e rappresentanti dell’azienda sanitaria.

Pierluigi Biondi

Sino al pronunciamento del personale sanitario le suore, le ragazze e i ragazzi che risiedono nella struttura non potranno uscire né ricevere visite: è in corso un’indagine epidemiologica per ricostruire la catena dei contatti e saranno sottoposti a tampone molecolare da parte della Asl. Nessuna delle religiose, secondo una prima ricostruzione della Asl, avrebbe avuto contatti diretti con i bimbi ma in via del tutto precauzionale ho disposto la chiusura del plesso in attesa di ulteriori accertamenti, dichiara il sindaco Biondi.

Entro questo fine settimana, e sempre d’intesa con la Asl, effettueremo uno screening con test antigenici rapidi dedicato alla popolazione della frazione e a quanti hanno avuto modo di frequentarla nei giorni scorsi. Non appena saranno individuati sede, orari e modalità di svolgimento dello screening ne daremo notizia, aggiunge il primo cittadino.

La campagna di test sarà aperta anche alle persone vaccinate mentre non potranno sottoporvisi le seguenti categorie: minori di sei anni; chiunque abbia sintomi che indichino un’infezione da Covid-19; chiunque sia in malattia per qualsiasi altro motivo; chiunque sia stato testato recentemente ed è in attesa di risposta; chiunque sia in quarantena o in isolamento; chiunque abbia già programmato una data per un tampone. 23 marzo 2021.


Vaccini, riunito Comitato ristretto dei sindaci

Nella giornata di ieri si è riunita, in modalità remoto, la Conferenza dei sindaci della Asl della provincia dell’Aquila che ha eletto, all’unanimità il vice sindaco di Pescina, Luigi Soricone, quale componente nuovo del Comitato ristretto dei sindaci, organismo rappresentativo delle autonomie locali con funzioni di indirizzo, controllo e partecipazione sull’attività socio sanitaria. Soricone prende il posto di Giuseppe Calvisi, già vice sindaco di Barisciano e stimato Capo dipartimento dell’Azienda sanitaria, che non si è candidato alle ultime elezioni amministrative.

Con l’elezione di Soricone, cui formulo i migliori auguri di buon lavoro, viene sancito un principio importante: quello dell’alternanza della rappresentatività dei territori. Un atto che sana la frattura tra aree della provincia consumatasi quattro anni fa, e che è stato condiviso da tutti i presenti che intendono la sanità non come un elemento circoscritto e locale ma con una visione provinciale nell’ambito del sistema regionale, così come ci ha insegnato l’emergenza Covid, spiega in una nota il primo cittadino dell’Aquila e presidente del comitato ristretto, Pierluigi Biondi. Inoltre, per tutta la durata della campagna vaccinale e sino al termine della pandemia, per assicurare una capillarità nell’attività di somministrazione e valorizzazione della medicina del territorio, in qualità di presidente, ho deciso di invitare stabilmente alle riunioni del Comitato i sindaci Pescina e Tagliacozzo, in cui insistono i Punti di primo intervento, e i commissari liquidatori delle ex comunità montane che, attraverso gli enti d’ambito sociale, garantiscono un costante supporto alla popolazione, di cui conoscono perfettamente problematiche ed esigenze, tanto legate alle fragilità quanto all’orografia dei piccoli centri; ciò in ossequio anche a quanto chiesto nel corso dell’assemblea circa la necessità di coinvolgere i comuni cosiddetti minori.

Nel corso della Conferenza è stato raccolto l’appello lanciato dal sindaco di Fagnano Alto, Francesco D’Amore, che ha richiesto un intervento presso la Asl Avezzano/Sulmona/L’Aquila per trovare una soluzione al problema della carenza dei medici di base in diversi centri della valle Subequana che diventano insostituibili, aggiunge Biondi, nell’ambito della strategia delle vaccinazioni. È necessario che ogni comunità abbia una figura sanitaria di riferimento.

Nicoletta Verì

Nella successiva riunione del Comitato ristretto dei sindaci, cui hanno partecipato anche il direttore generale e il direttore sanitario della Asl n. 1, rispettivamente Roberto Testa e Alfonso Mascitelli, sono state condivise le strategie sul piano vaccinale illustrate ieri dal presidente della Regione, Marco Marsilio, e dall’assessore alla Sanità, Nicoletta Verì.

I sindaci del Comitato, conclude Biondi, hanno assicurato il pieno supporto alla Asl, dal punto di vista logistico e comunicativo. Nel corso dell’incontro ho proposto alla Direzione aziendale di inserire tra le categorie da sottoporre a vaccino il personale addetto al trasporto scolastico: un’azione da attuare in vista del piano di riapertura delle scuole, per garantire che il servizio venga garantito regolarmente e in piena sicurezza per operatori e studenti. 23 marzo 2021.