31 Gen 22

Inizio/fine isolamento, come funziona

Il presidente Marsilio ha firmato un’ordinanza il 21 gennaio scorso per accelerare le procedure per il tracciamento dei contagi e per snellire la fine dell’isolamento.

La presa in carico dei casi positivi avverrà secondo il criterio cronologico della data di diagnosi attraverso un tampone risultato positivo e ‘tracciato’ nel sistema informatico regionale.

I Dipartimenti di Prevenzione delle Asl regionali sono tenuti ad incrementare in misura sostanziale la capacità di tracciamento quotidiana, al fine del rilascio delle attestazioni di termine di isolamento sanitario da Covid-19, anche istituendo ‘Unità Speciali di Pediatria Distrettuale’, si legge nell’ordinanza.

Per quanto attiene l’attività di gestione dei provvedimenti di isolamento, i Dipartimenti di Prevenzione devono:

Aprire il provvedimento di inizio isolamento in modo automatico, laddove siano stati compilati correttamente tutti i campi relativi alle informazioni sullo stato di salute ed annessi recapiti di riferimento.

Per tutti coloro al cui carico non risultino compilati i campi relativi a stato di salute e recapiti di riferimento, nella scheda del provvedimento di ‘inizio isolamento’, come stato della sorveglianza, deve essere indicata la dicitura ‘perso al follow-up’ nella gestione dell’arretrato; ferma restando la riserva che, qualora siano successivamente contattati dal SI/ESP competente, debba essere correttamente perfezionata la compilazione della scheda.

Chiudere il provvedimento di isolamento automaticamente attraverso l’invio dell’attestazione di ‘termine isolamento sanitario da Covid-19’ per i soggetti asintomatici dopo 7 o 10 giorni dalla data di diagnosi a seconda dello stato di vaccinazione ed in seguito alla negatività del referto di un test diagnostico eseguito nei tempi declinati dall’ultima circolare ministeriale.

Trascorse 24 ore dall’esito del tampone negativo, se non è arrivata l’attestazione di fine isolamento sanitario, le autorità locali e gli organismi di controllo delle forze dell’ordine dovranno considerare l’esibizione da parte del cittadino del referto positivo del tampone iniziale e del referto negativo del tampone finale, come sostituto, dell’attestazione di ‘termine isolamento sanitario da Covid-19’.