07 Mag

Vaccini over 50, l’Abruzzo è pronto?

La struttura commissariale del generale Francesco Paolo Figliuolo, ha ufficialmente disposto dal prossimo 10 maggio l’avvio delle prenotazioni per la somministrazione agli over 50 del vaccino anti covid-19, fino ai nati nel 1971. Un’apertura graduale che dovrà seguire il buon andamento della campagna su priorità, come over 80 e fragili, e quelle riportate nell’ordinanza n.6 del 9 aprile 2021.
Le prenotazioni per i cittadini over 50, ha disposto sempre il commissario, saranno recepite ferma restando la priorità per le persone affette da patologie o situazioni di compromissione immunologica che possono aumentare il rischio di sviluppare forme severe di Covid-19, comorbidità, seppur senza quella connotazione di gravità riportata per le persone fragili. Siamo pronti qui da noi?

Marco Marsilio

Oggi il commissario Francesco Paolo Figliuolo ed il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio, hanno fatto il punto con il presidente Marco Marsilio e con i prefetti delle quattro province per il potenziamento, con i 305 Sindaci, della rete dei vaccini sul territorio, visitando poi il punto vaccinale a San Vittorino all’Aquila, incontrando le autorità.
L’obiettivo è quello di consentire all’Abruzzo di mantenere il ritmo delle vaccinazioni a quota 11/12mila al giorno e, se possibile, superare questa soglia. Il commissario straordinario ci ha fatto i complimenti per l’organizzazione e per i traguardi già centrati, ha dichiarato Marsilio.

Pierluigi Biondi

17 milioni di vaccini a maggio da distribuire nei territori regionali, è l’auspicio del commissario, ma sugli over 80/70 l’Abruzzo è sotto la media nazionale. I punti aziendali partiranno più avanti quando ci saranno più vaccini e dopo aver messo in sicurezza gli over 65 e i fragili, ha specificato. La situazione attuale in Abruzzo è buona, rispetto ai dati delle scorse settimane è stato fatto un scatto in avanti, l’auspicio è un maggior coinvolgimento dei medici di famiglia assicurando poi l’arrivo di ulteriori team mobili da inviare nei piccoli centri rurali e montani.
Successo di cui si è detto soddisfatto il sindaco Biondi, che nei giorni scorsi ne aveva fatto esplicita richiesta, confermando in una nota il raddoppio delle unità mobili nella nostra provincia, che opereranno coordinate dai Carabinieri e con il supporto logistico del IX reggimento Alpini.

Guido Quintino Liris

La visita del generale Francesco Paolo Figliuolo e del capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, testimonia la grande vicinanza all’Abruzzo, alla provincia dell’Aquila in particolare, di persone che conoscono bene questo territorio e che hanno vissuto in prima linea le fasi delle emergenze più delicate, ha commentato l’assessore regionale alle Aree interne, Guido Liris. Hanno potuto toccare con mano l’imponente organizzazione che si sta mettendo in piedi, stiamo facendo il massimo per raggiungere percentuali elevate nel più breve tempo possibile, in modo da ridare voce e forza a un’economia che per troppo tempo è stata in condizioni critiche.

Stefania Pezzopane

Quante più persone saranno vaccinate, tanto prima si potrà riaprire ogni attività oggi compromessa e riconquistare la libertà limitata dal virus, per la parlamentare dem Stefania Pezzopane.  Il generale Figliuolo è stato netto, tutte le dosi vanno utilizzate, completate le categorie a rischio bisogna vaccinare nei luoghi di lavoro ed andare sui giovani, aiutarli a riconquistare una nuova normalità. Intanto continuiamo a rispettare le regole, ci sono ancora purtroppo troppi ricoveri e decessi.

Nel frattempo cerchiamo tutti di capire, se gli over 50 potranno prenotarsi dal 10 maggio, la Verì, al momento, non ha confermato nulla.