01 Lug

Sociale, 85.51 euro la spesa pro capite

85,51 euro è la spesa pro capite per ogni abruzzese per i servizi sociali. E’ quanto emerge dalla bozza del nuovo Piano sociale 2021/2023 da approvare entro la fine dell’anno. Una spesa un po’ più importante rispetto ai 61 euro della precedente annualità, ma comunque al di sotto della media italiana che si attesta intorno ai 116 euro.

112mln di euro l’anno tra fondi diretti e fondi indiretti, 340 mila le persone assistite ogni anno, 155 mila gli utenti degli sportelli degli ambiti sociali, questa mattina si è insediata la cabina di regia, per affrontare i primi atti di indirizzo finalizzati alla redazione del Piano. Il Dipartimento sociale seguirà un cronoprogramma, finalizzato all’adozione del documento da parte della Giunta regionale.

Ai lavori per il nuovo Piano seguirà l’elaborazione della nuova legge quadro di settore.

All’incontro di oggi faranno seguito altri appuntamenti durante i quali sarà focalizzato il quadro previsionale delle risorse finanziarie e stabiliti gli assi tematici.

La documentazione sarà consultabile sul sito della Regione Abruzzo.

Entro il 15 luglio si potrà inviare il proprio contributo di idee all’indirizzo com.pro@regione.abruzzo.it.

L’obiettivo è porre il cittadino al centro e creare un Piano che vada incontro ai bisogni dei territori, soprattutto in questo momento che ha visto aumentare le povertà e le fragilità, commenta l’assessore alle politiche sociali, Pietro Quaresimale. Determinante, aggiunge in una nota il dirigente del Servizio Programmazione sociale, Raimondo Pascale, sarà l’iniezione di nuove risorse legate al PNRR, che destina 20miliardi di euro alle politiche di inclusione e coesione. Di queste risorse l’Abruzzo dovrebbe  percepire una percentuale tra il 2,5 e il 3,16%, il che equivarrebbe a una dotazione finanziaria di 1miliardo e mezzo di euro. Di qui la necessità di elaborare una programmazione strategica, che faccia della capacità di attuazione e della gestione della spesa i suoi punti di forza. Parimenti è importante la tempistica cui è vincolato l’utilizzo dei fondi.