22 Ott

Biondi, in videoconferenza con Conte

Ammonta a cinquanta milioni di euro, per complessive 95 pratiche, il 53esimo elenco di contributi per la ricostruzione privata post sisma 2009, che sarà pubblicato domani sull’albo pretorio e sul sito internet del Comune dell’Aquila.

Lo rendono noto il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e l’assessore alla ricostruzione privata, Vittorio Fabrizi.

Nonostante il periodo complesso che la città e il Paese stanno vivendo a causa della pandemia l’attività amministrativa del Comune non rallenta ma, anzi, viene emesso un provvedimento importante con cui si lancia un chiaro segnale: la rinascita dei territori e il processo di ricucitura delle fratture causate dal sisma procede in maniera spedita e deve continuare a essere sostenuto dal Paese, sottolineano sindaco e assessore.

Giuseppe Conte

È uno degli aspetti su cui mi confronterò con il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che domani incontrerò in videoconferenza dopo l’annullamento della sua visita in Abruzzo a seguito delle restrizioni contenute nel Dpcm del 18 ottobre scorso, spiega il primo cittadino. Gli ricorderò, per esempio, che senza il rifinanziamento della ricostruzione si rischia di bloccare un processo ormai avviato e collaudato per il cui completamento, secondo le stime Usra e Usrc, sono necessari ancora 4 miliardi e su cui, sino ad oggi, sono stati stanziati oltre 17 miliardi. A fine anno scadranno i finanziamenti contenuti nella tabella E della legge di stabilità 2015 e con la prevista programmazione delle risorse residue il miliardo e duecento milioni rimanente andrà ad esaurimento nei primi mesi del 2021. Per questo è necessario un impegno concreto da parte del governo su questo come su altri temi, come lo stanziamento di fondi per il riequilibrio dei bilanci degli enti locali terremotati.

Il ringraziamento, infine, va ai tecnici del settore Ricostruzione privata centro e frazioni, guidato dall’architetto Roberto Evangelisti, e  al titolare dell’Ufficio speciale per la ricostruzione dell’Aquila, Salvo Provenzano, per la celerità e la qualità del lavoro svolto che consentirà di pubblicare un elenco contributi così rilevante,  concludono Biondi e Fabrizi.

Il titolare dell’Usra, l’ingegner Provenzano è molto soddisfatto del risultato raggiunto, l’ufficio che ho l’onore di dirigere continua instancabilmente, anche in situazioni di emergenza, a perseguire l’obiettivo di chiudere i processi di ricostruzione privata nei tempi stabiliti e di questo devo ringraziare pubblicamente il personale dell’ufficio. La ricostruzione privata, almeno per la nostra parte, è in via di conclusione. L’ufficio è a disposizione dell’Aquila e del Paese tutto per le ulteriori sfide che ci sono da giocare. Oggi l’avremmo voluto dire personalmente al presidente Conte, ci accontenteremo della videoconferenza confidando in un prossimo incontro reale.

 

Cantieri, 81 progetti da 40mln di euro

Sono 81 i progetti, per un importo complessivo che supera i 40 milioni di euro, che fanno parte del 52esimo elenco di contributi per la ricostruzione post sisma 2009, pubblicato stamani all’albo pretorio e sul sito internet del Comune dell’Aquila, a questo indirizzo http://www.comune.laquila.it/pagina41_i-contributi-per-la-ricostruzione.html#avvisi. Lo  rendono noto il sindaco Pierluigi Biondi e l’assessore alla ricostruzione privata, Vittorio Fabrizi.

In particolare, 57 pratiche, per oltre 8 milioni di euro di contributi, hanno definitivamente completato il loro iter. Di queste, 45 riguardano le frazioni e i quartieri e 12 il centro storico.

Altri 24 progetti, 3 del capoluogo e 21 di frazioni e quartieri, hanno ottenuto un contributo complessivo di circa 32 milioni di euro e dovranno essere acquisiti i titoli abilitativi edilizi e/o della documentazione complementare per perfezionare il procedimento.

L’avviso generale pubblicato su albo e sito internet definisce con esattezza i termini (e la relativa decorrenza) che gli interessati devono rispettare per ricevere i fondi.

Neanche nel periodo estivo rallenta il lavoro del settore Ricostruzione privata centro e frazioni, guidato dall’architetto Roberto Evangelisti. Anzi, aumenta in modo evidente sia il numero delle pratiche sia l’importo dei contributi, commentatno il sindaco Biondi e l’assessore Fabrizi, nonostante le varie difficoltà del momento, gli uffici continuano a concludere molti procedimenti e per questo vanno ringraziati per il lavoro svolto. Oltre a loro e al dirigente del settore comunale, un ringraziamento va anche al titolare dell’Usra, Salvo Provenzano, per la celerità e la qualità dell’operato dell’Ufficio speciale nell’evasione delle pratiche. 12 agosto 2020.


Cantieri, 52 pratiche da 24mln di euro

Sono 52 i progetti, per un contributo complessivo di 24milioni di euro circa, che fanno parte del 49esimo elenco di contributi per la ricostruzione post sisma 2009, pubblicato stamani all’albo pretorio e sul sito internet del Comune dell’Aquila.

Lo hanno reso noto il sindaco Pierluigi Biondi e l’assessore alla ricostruzione privata, Vittorio Fabrizi. La gran parte dei contributi riguarda progetti relativi alla periferia e alle frazioni.

In particolare, 30 pratiche, per 3 milioni di euro di contributi, hanno definitivamente completato il loro iter. Con l’emergenza coronavirus in atto, i termini di 30 giorni per l’avvio dei lavori e di 150 giorni per il deposito del rogito notarile per l’acquisto dell’abitazione sostitutiva di quella principale distrutta dal sisma decorreranno dal 15 aprile, ultima data in cui, al momento, è stata fissata la sospensione dei termini amministrativi.

Altri 22 progetti hanno ottenuto un contributo di quasi 21milioni di euro e, in questo caso, dovranno essere acquisiti i titoli abilitativi edilizi e/o della documentazione complementare per perfezionare il procedimento. I termini decorreranno dall’emissione del titolo abilitativo edilizio o dalla consegna della documentazione mancante.

Salvo Provenzano

Si tratta dell’ennesima operazione che, anche in questa grave situazione di emergenza, viene condotta per mandare avanti la macchina della ricostruzione post terremoto 2009, hanno dichiarato il sindaco Biondi e l’assessore Fabrizi. Di questo dobbiamo dire grazie al titolare dell’Ufficio speciale per la ricostruzione dell’Aquila (Usra), Salvatore Provenzano, e al dirigente del settore comunale per la ricostruzione privata, Roberto Evangelisti. In virtù dei loro atti è stato possibile accelerare le procedure di liquidazione dei Sal, la presentazione dei progetti di ricostruzione senza l’approvazione dei verbali consortili o condominiali, salvo ratifica naturalmente, e altri provvedimenti che permettono la prosecuzione dell’attività di ricostruzione senza intoppi, anzi in modo anche più solerte. Al termine dell’emergenza, hanno concluso Fabrizi e Biondi, si vedranno gli effetti di tali provvedimenti e della continuità dell’erogazione dei buoni contributo, con l’allestimento di tanti cantieri che saranno essenziali per far ripartire l’economia di città e territorio. 31 marzo 2020.