31 Lug

Prefettura, nessun allarme al momento

Nel pomeriggio di oggi si è tenuta in Prefettura una riunione tecnica di coordinamento, convocata per l’esame della situazione connessa agli incendi in corso nel Comune dell’Aquila, in località Arischia e Cansatessa.

All’incontro hanno partecipato le strutture operative e di Protezione Civile del Comune dell’Aquila, con la contestuale presenza del Sindaco, ed i vertici della Polizia, Polizia Stradale,  Carabinieri, Carabinieri Forestali, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Esercito, 118, Anas e Provincia dell’Aquila. Presente il responsabile della Protezione Civile della Regione Abruzzo, si legge in una nota.

Il prefetto Cinzia Torraco

Dall’esame della situazione, esposta dalle parti convocate, è emerso come, al momento, non sussistano situazioni di particolare allarme per l’incolumità delle persone e non si ritiene, quindi, di dover provvedere ad eventuali evacuazioni di residenti delle zone interessate, restando in continuo monitoraggio in tal senso ove, invece, la situazione dovesse tendere ad un aggravamento.

Sul fronte degli incendi sono attive tutte le componenti istituzionali del soccorso pubblico, con l’ausilio delle strutture operative del volontariato. Le operazioni sono supportate da quattro canadair e due elicotteri antincendio.

Per l’esame dell’evoluzione di tale criticità in corso, le parti convocate sono in collegamento ed in monitoraggio comune e pronte a riunirsi di nuovo ove la situazione lo richiedesse.


Incendio Arischia, ripresi gli interventi all’alba

Dalle prime ore del pomeriggio di ieri si è sviluppato un vasto incendio nella montagna che domina l’abitato di Arischia. Sul posto otto squadre di volontari di Protezione civile munite di pickup oltre ai mezzi dei Vigili del Fuoco, aggiorna in una nota la Protezione civile della Regione Abruzzo.

All’opera cinque canadair, un elicottero dell’Esercito e l’elicottero Airbus As350 Ba in dotazione alla Protezione civile regionale che si approvvigiona nella vasca allestita al campo sportivo del paese, rifornita costantemente dai Vigili del Fuoco.

Silvio Liberatore

Le operazioni, con il coordinamento della sala operativa della Protezione civile regionale, sono andate avanti fino al tramonto e sono riprese all’alba con due canadair, è stato inoltre richiesto un terzo canadair ed un altro elicottero S64, partito da Capodichino, che ha una portata di 9mila litri di acqua.

Un presidio di volontari ha garantito la sorveglianza da terra  nelle ore notturne, riporta la nota della Protezione civile regionale guidata da Silvio Liberatore.

Subito sul posto Liberatore, il direttore dei Vigili del Fuoco, Stefano Marsella, l’assessore comunale alla Protezione civile, Fabrizio Taranta ed il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi in costante contatto con il presidente della Regione Marco Marsilio. Ed ancora 40 volontari di Protezione civile e 35 Vigili del Fuoco.

200 ettari di bosco sono interessati al vasto incendio che la notte scorsa si è esteso verso la strada. Sono attualmente impiegati (ore 13) 10 mezzi dei Vigili del Fuoco con 24 persone e 2 direttori delle operazioni di spegnimento, 30 volontari di Protezione civile e 7 mezzi terrestri. Sul posto il responsabile della Protezione civile della Regione Abruzzo, Silvio Liberatore, ed il presidente Marco Marsilio.

DISCLAIMER: nel rispetto delle disposizioni sul diritto d'autore alcune foto pubblicate sono tratte da materiali condivisi liberamente e in forma anonima su web.