27 Mag 22

Più semplice viaggiare da e per l’estero

Con l’ordinanza del 28 aprile 2022 sono state prorogate fino al 31 maggio 2022  le misure disposte con l’ordinanza del 22 febbraio scorso, relative agli spostamenti da e per l’estero, ad esclusione dell’obbligo di presentazione del passenger locator form all’arrivo in Italia che non è più necessario compilare.

A partire dal 1° maggio quindi per l’ingresso in Italia sarà sufficiente presentare la certificazione verde Covid-19 (certificato di vaccinazione, certificato di guarigione o test molecolare o antigenico negativo) o altra certificazione di vaccinazione riconosciuta come equivalente.

Validità ciclo primario 9 mesi e dose booster senza limite predefinito; avvenuta guarigione validità 180 giorni dal tampone positivo; tampone rapido o molecolare rispettivamente entro le 48 o 72 ore prima dell’ingresso in Italia.

Solo in caso di mancata presentazione di una delle certificazioni di cui sopra, si applica la misura della quarantena per un periodo di 5 giorni con l’obbligo di sottoporsi a test molecolare o antigenico al termine del periodo.

Dal 23 settembre il Ministero della Salute ha riconosciuto con una circolare l’equivalenza di alcuni vaccini, somministrati da autorità sanitarie estere, a quelli effettuati nell’ambito del Piano nazionale dei vaccini.

Dunque i cittadini italiani (anche residenti all’estero) e i loro familiari conviventi, indipendentemente dal fatto che siano iscritti al Servizio sanitario nazionale, se vaccinati all’estero con i suddetti vaccini o sono guariti all’estero, potranno richiedere, se si trovano già sul territorio italiano, il rilascio del Green Pass alle Aziende sanitarie locali di competenza territoriale.

Tutti i bambini di età inferiore a 6 anni in ingresso in Italia sono sempre esentati da tampone pre-partenza e dall’isolamento fiduciario nel caso in cui il genitore con cui viaggiano non ha questo obbligo.

I minori di età maggiore o uguale a 6 anni se in possesso di una certificazione verde Covid-19 di completamento di ciclo vaccinale con vaccino autorizzato da Ema o equipollente o di avvenuta guarigione seguono la disciplina prevista per gli adulti.