29 Set

Genio Civile con Uffici speciali, è legge

Esattamente a distanza di un anno dall’approvazione in commissione Territorio, la mia risoluzione per superare le difficoltà della ricostruzione legate al rilascio dell’autorizzazione sismica diventa legge. Così il consigliere Americo Di Benedetto a margine della seduta odierna del Consiglio regionale.

Sin dall’inizio di questa legislatura, spiega in una nota, ho sentito il dovere di essere d’aiuto in modo particolare alle comunità colpite dagli eventi sismici e quindi di affrontare i diversi problemi che incontra la ricostruzione.
Tra questi il ritardo degli interventi di riparazione e miglioramento sismico, determinato dal rilascio dell’autorizzazione sismica da parte del servizio Genio Civile.

Proprio in ragione di ciò, prosegue Di Benedetto, un anno fa ho chiesto ed ottenuto l’impegno della Regione ad intraprendere tutte le azioni necessarie per associare all’istruttoria svolta dagli Uffici Speciali quella di competenza del Genio Civile. Un impegno che si concretizza oggi con l’approvazione all’unanimità del mio emendamento al progetto di legge n. 135/2020 che modifica la legge regionale n. 28 del 11 agosto 2011.

Con questo emendamento, infatti, viene introdotta tra le norme per la riduzione del rischio sismico la partecipazione dei Servizi dei Geni Civili regionali alle attività degli Uffici Speciali della ricostruzione post sisma 2009 e 2016 allo scopo di accelerare ed ottimizzare le attività di istruttoria delle pratiche.

Pertanto, a partire dall’entrata in vigore della nuova disposizione, le pratiche di ricostruzione post sisma non dovranno più essere sottoposte alle attuali procedure di autorizzazione, ma potranno finalmente ottenere pareri congiunti da parte dei diversi uffici tenuti ad esprimersi. Sono molto soddisfatto, conclude Di Benedetto, del risultato raggiunto che rappresenta sicuramente una risposta importante ai problemi dei territori terremotati in attesa, da troppo tempo, di vedere accorciati i tempi della ricostruzione.