02 Gen 22

Fine pandemia, la speranza dall’OMS

Il potere di cambiare una volta per tutte il corso della crisi del Covid-19 è nelle nostre mani affrontiamo l’iniquità e porremo fine alla pandemia. Un messaggio di speranza, quello del direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus, intervenuto a fine anno con una dichiarazione in cui conferma la sua fiducia nel futuro, questo sarà l’anno in cui potrebbe finire la pandemia, ma solo se lavoreremo insieme. Tutti i Paesi devono lavorare insieme per raggiungere l’obiettivo della vaccinazione del 70% della popolazione mondiale entro la metà del 2022.

Il secondo obiettivo, oltre alla vaccinazione, a cui puntare, è costruire un più forte sistema di sicurezza sanitaria globale, ha aggiunto, ricordando che nel 2022 i Paesi inizieranno a negoziare un accordo globale sulle pandemie per rafforzare la governance, i sistemi e gli strumenti sanitari di cui il mondo ha bisogno per prevenire, individuare e rispondere rapidamente a epidemie e pandemie.

Terzo obiettivo, investire di più nello sviluppo della sanità primaria a partire dai Paesi più vulnerabili. Dopo due anni conosciamo bene questo virus. Conosciamo le misure per controllare la trasmissione e sappiamo come trattare la malattia e aumentare le possibilità di sopravvivenza per le persone che soffrono di malattie gravi. Con tutte queste conoscenze e capacità, abbiamo l’opportunità di superare questa pandemia.

Se riusciremo a fare progressi su questi obiettivi ci incontreremo di nuovo alla fine del 2022, non per segnare la fine del terzo anno di pandemia, ma per celebrare il ritorno alle norme pre-Covid, quando ci riunivamo con le nostre famiglie e in comunità per apprezzare la compagnia e l’affetto dell’altro.