12 Lug

Ecobonus anche per i centri storici

Grazie ad alcuni emendamenti specifici al decreto Rilancio, ora sarà più semplice accedere all’ecobonus anche per gli edifici storici sottoposti a vincolo, un forte incentivo per il recupero dei nostri piccoli borghi, così la parlamentare Stefania Pezzopane in una nota, un altro passo per l’attuazione della legge 158 del 2017 sui piccoli Comuni e centri storici.

Non dobbiamo fermarci, dobbiamo continuare a creare strumenti per inaugurare una vera stagione innovativa del restauro in Italia con ricadute importanti sull’indotto dell’edilizia e nell’artigianato di qualità.

Stefania Pezzopane

L’emendamento di maggioranza prevede una norma specifica: gli immobili che hanno il requisito di beni culturali, e che quindi non possono essere sottoposti a lavori troppo invasivi, possono elevare al 110 per cento le detrazioni previste oggi al 50 per cento purché l’edificio abbia un miglioramento di almeno due classi energetiche. Si tratta di una norma che promuoverà la riqualificazione dei centri storici, anche dei piccoli Comuni, nel pieno rispetto del Codice del paesaggio.

Finalmente si consente di utilizzare gli incentivi per riqualificare la parte antica e più preziosa dei borghi e dei piccoli Comuni italiani. L’Abruzzo con i suoi centri storici e i borghi può vivere una stagione nuova ed importante. Siamo davvero soddisfatti del lavoro fatto, conclude.