12 Ott

Covid-19, 117 nuovi casi su 2.227 test

Sono complessivamente 5.174 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza con 225mila 647 test effettuati.
Rispetto a ieri, +2.227 test, si registrano 117 nuovi casi, di età compresa tra 3 mesi e 94 anni, +37 in provincia dell’Aquila.

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 23, di cui 6 in provincia dell’Aquila, 3 in provincia di Pescara, 1 in provincia di Chieti e 13 in provincia di Teramo.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso e sale a 488, si tratta di un 58enne della provincia di Chieti.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 3.154 dimessi/guariti (+1 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 1.532 (+115 rispetto a ieri).

137 pazienti (+21 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 11 (+3 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 1.384 (+91 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 856 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+37 rispetto a ieri), 1.184 in provincia di Chieti (+10), 2056 in provincia di Pescara (+22), 1.021 in provincia di Teramo (+48), 38 fuori regione (+1) e 19 (-1) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. Lo comunica l’assessorato regionale alla Sanità.

In Italia si registrano 4.619 nuovi casi, su 85.442 tamponi effettuati, per un totale di 12mln 650mila,155 tamponi. 39 morti.
Totale contagiati 359mila569. Totale deceduti 36mila205 casi. Totale dimessi/guariti 240mila 600.

37 mln 326mila 080 casi confermati nel mondo e 1mln 073mila 973 morti.
Di cui quasi 7mln di casi in Europa e 247mila morti.
Quasi 18mln negli States e circa 600mila morti.
Quasi 8mln nel sud est asiatico con 127mila 907 morti.
2mln 623 mila nel Mediterraneo orientale con oltre 66 mila morti.
1mln 227 mila contagi in Africa con oltre 27mila morti.
655mila casi nel Pacifico occidentale con oltre 14mila morti. Lo rileva il Ministero della Salute.

 

Albani: “Letalità in linea con la media nazionale”

Il referente sanitario regionale per le emergenze, Alberto Albani, ha chiarito in una nota che i dati riportati sulla letalità nella Regione Abruzzo non sono corretti. Affinché i dati siano comparabili, devono essere messi a confronto gli stessi parametri, spiega.

Alberto Albani

In particolare, il tasso di letalità deve essere calcolato dividendo il numero dei decessi per covid per le persone contagiate.
Le persone decedute per coronavirus, a tutt’oggi, nella regione Abruzzo sono 487, mentre le persone potenzialmente positive, in base ai dati Istat della sieroprevalenza, indicano una popolazione stimata di contagiati pari a 14mila/15mila unità.
Il tasso di letalità, quindi, per la Regione Abruzzo risulta dal rapporto 487/14mila-15mila per un valore pari a 3,2-3,4%, in linea con la media nazionale, conclude.