05 Ott

Casetta fantasia, tutto pronto per aprire

Il 7 ottobre riaprirà la scuola dell’infanzia Nuova Casetta fantasia, mentre le attività dell’asilo nido riprenderanno il giorno successivo, giovedì 8 ottobre. A darne notizia sono il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e l’amministratore unico di Afm, Alessandra Santangelo. 

Pierluigi Biondi

Dopo il posticipo della ripresa delle lezioni a seguito della presunta individuazione di due dipendenti positivi al coronavirus e del sospetto che altri due fossero contagiati tutto il personale dell’azienda è stato sottoposto a tampone e isolamento fiduciario. Il servizio prevenzione della Asl ci ha comunicato che l’esito dei diversi test somministrati al personale è negativo e, pertanto, è possibile il ritorno in classe dei bimbi della scuola materna e del nido, dichiarano in una nota Biondi e Santangelo.


Casetta fantasia, due casi di contagio

D’intesa con il servizio di prevenzione della Asl l’apertura della scuola materna e l’asilo nido di Casetta fantasia, prevista per domani 24 settembre, è rinviata. A darne notizia sono il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e l’amministratore unico dell’Afm, Alessandra Santangelo.

All’esito dei tamponi effettuati sul personale dipendente di Casetta fantasia sono emersi due casi di positività al coronavirus mentre altre due persone dovranno ripetere il test perché c’è il sospetto del contagio da covid 19, spiegano sindaco e presidente in una nota. Per questa ragione, una volta avuta comunicazione dalla Asl, è stato disposta, in via precauzionale, la chiusura della struttura: la ripresa dell’attività sarà concordata con l’Azienda sanitaria e tempestivamente comunicata alle famiglie.

Ci teniamo a rassicurare le mamme e i papà che nei giorni scorsi hanno partecipato agli incontri preliminari alla riapertura della scuola, oltre che insegnanti e lavoratori, perché le attività di monitoraggio e di indagine epidemiologica sono state attivate dalla Asl e tutti coloro che hanno avuto rapporti con le persone risultate positive saranno contattati e, qualora venisse riscontrata la necessità, sottoposti a tampone. Così come accaduto per le maestranze impegnate nella ricostruzione è risultata determinante, per evitare la diffusione di focolai e cluster, la decisione di far sottoporre a test per la rilevazione del coronavirus il personale in servizio presso i nidi e le scuole dell’infanzia prima dell’inizio dell’anno scolastico. Un’azione di prevenzione finalizzata a tutelare la salute dei nostri figli, delle loro famiglie e degli operatori, concludono Biondi e Santangelo.

Intanto l’assessore alle Politiche educative, Francesco Cristiano Bignotti, ricorda che il servizio di refezione scolastica per le scuole dell’infanzia sarà attivato da lunedì 28 settembre, mentre quello per le scuole primarie dal 1° ottobre. Il primo ottobre inoltre inizierà il trasporto scolastico e dal 28 settembre sarà operativo il servizio di pre e interscuola.

Queste date, spiega Bignotti, sono state decise in seguito agli accordi intercorsi nei diversi tavoli di coordinamento tra il Comune dell’Aquila, le presidenze dei sei istituti comprensivi cittadini e l’Ufficio scolastico regionale. In tali sedi è emersa sempre l’esigenza di scaglionare l’inizio dei servizi per gestire al meglio le varie complessità derivanti dalle normative anti covid, anche nell’ottica di verificare se quanto previsto su carta sarà attuabile suo campo, si legge nella nota stampa. 23 settembre 2020.